Carmine Sanna: «Per la Marina una stagione da incorniciare»

News

Parla il direttore del porto: «Nel mese di agosto i transiti sono aumentati del 13% rispetto al 2018»

Come primo anno non c’è male. Carmine Sanna è stato nominato direttore generale della Marina di Porto Cervo e del Cantiere Porto Cervo, entrambi di proprietà di Smeralda Holding, solo lo scorso maggio. E così adesso, per il professionista algherese, è arrivato il momento di fare un primo bilancio. «Sono molto soddisfatto, la stagione è andata davvero bene. Abbiamo registrato un importante incremento generale dei transiti dal mese giugno a quello di settembre» commenta Carmine Sanna. I numeri parlano molto chiaro. «Il mese di agosto è sicuramente la fotografia più significativa: i transiti sono infatti aumentati del 13% rispetto all’agosto precedente, soprattutto per quanto riguarda i super, maxi e giga yacht» sottolinea il direttore. Nel porto vecchio, inoltre, l’occupazione dei posti è stata pari al 100% e nel porto nuovo, dove diversi posti sono privati e quindi spesso vuoti viste le attività di crociera, sempre ad agosto è stata registrata una occupazione media del 92%. Per Carmine Sanna, insomma, quella che si è appena conclusa è stata una stagione da incorniciare. La Marina di Porto Cervo, che si avvale della consulenza generale di Igy Marinas, la società americana leader nella gestione dei porti turistici di lusso, si conferma così come uno degli approdi più prestigiosi di tutto il Mediterraneo. «Il trend dei numeri è decisamente positivo. E tutto questo è il frutto di una attenta politica messa in campo da Smeralda Holding. È l’intero sistema Costa Smeralda a funzionare in maniera perfetta. Tutti i servizi, dalla nautica all’accoglienza, sono assolutamente ben integrati tra loro. La presenza di Igy Marinas, inoltre, agevola questo percorso di crescita». Ottimi risultati anche per il Cantiere Porto Cervo. «Sì, anche il Cantiere è cresciuto, in piena sinergia con la Marina. Il nostro obiettivo è quello di fornire al cliente un servizio sempre più ampio. Quindi non solo l’ormeggio, ma anche una lunga serie di servizi relativi alla parte tecnica» aggiunge Carmine Sanna. Per il nuovo direttore del porto arriverà presto il momento di pianificare la prossima stagione. Ma intanto rimane la soddisfazione legata al suo primo anno a Porto Cervo: «A livello personale sono molto contento, visto che ho l’onore di fare parte di una struttura così importante e di lavorare a stretto contatto con una clientela di fascia molto alta ed esigente. Operare per un gruppo che offre servizi di elevata qualità rappresenta per me certamente un motivo di orgoglio».

Dario Budroni

Menu