Ocean Night, una giornata plastic free

News

Il 30 gennaio l’evento dei giovani dell’Unesco e di One Ocean per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla difesa del mare

La lotta alla plastica continua e si fa sempre più decisa. Per questo motivo, il prossimo giovedì 30 gennaio, farà tappa a Olbia l’evento Ocean Night, il tour plastic free nato con per promuovere la campagna unite4earth, lanciata dall’Associazione italiana giovani per l’Unesco con la collaborazione di One Ocean Foundation, Comune di Olbia, Fondazione di Sardegna, Art Academy e Bolmea. Lo scopo dell’evento è sensibilizzare le giovani generazioni alla difesa del pianeta e del mare, intensificando quindi la battaglia che punta alla riduzione delle plastiche monouso e al riequilibrio dell’ecosistema marino. La manifestazione, gratuita e aperta al pubblico, si svolgerà al museo archeologico e per le vie del centro storico della città. Particolare attenzione sarà dedicata al mare, evidenziando come certe abitudini influenzino in maniera negativa e pericolosa l’ambiente.

Il museo archeologico di Olbia, a partire dalle 9.30, ospiterà quindi un incontro al quale parteciperanno numerosi relatori ed esperti: Giulio Magni di One Ocean Foundation, Giovanna Spano dell’Amp di Tavolara, Carmelo Isgrò del MuMa di Milazzo, il dirigente dell’istituto Panedda Gianni MutzuRaimondo Mandis di Slow Food Cagliari, Marcello Muntoni di Bolmea e Giovanni ContiDavide SannaMarinagela MelinoAndrea Farina e Matteso Sanna di Relicta. 

A moderare l’incontro sarà Gianfranco Sanna, rappresentante regionale dei giovani dell’Unesco, mentre a portare i saluti del Comune saranno il sindaco Settimo Nizzi e l’assessora alla Cultura Sabrina Serra. La giornata proseguirà con l’esibizione alle ore 18.30 del gruppo olbiese Il Volo nella piazza della biblioteca e si concluderà all’Art Academy di via delle Terme con l’aperitivo a impatto zero. Per l’occasione il municipio e la biblioteca saranno illuminati di blu. I commercianti, con la collaborazione del consorzio Io Centro, allestiranno le vetrine a tema.

Dario Budroni

Menu